EN
FESTIVAL INTERNAZIONALE DI CINEMA DAL 1980
12 NOVEMBRE - 21 NOVEMBRE 2021
FUORI CONCORSO
 >
2021 2020 2019 2018

CARICATURANA + PLASTIC SEMIOTIC di Radu Jude

Caricaturana e Plastic Semiotic, i due film di Radu Jude presentati in questo programma, funzionano sulla base dello stesso meccanismo. Il regista rumeno in entrambi i casi è partito da materiali preesistenti per inventare delle narrazioni che vengono enunciate o suggerite, ma non sviluppate. Una negazione dell’azione e del movimento in favore della giustapposizione, procedendo quadro per quadro. Ma è proprio nel tempo che intercorre tra un’immagine e l’altra che lo spettatore può costruire mentalmente il proprio film, attività indirizzata da due caratteristiche ricorrenti nel lavoro di Jude ovvero il forte humor e la critica alla violenza serbata nel cuore dell’Occidente.

FRANCESCO BALLO

È una profonda curiosità a muovere gli esperimenti di Francesco Ballo, ieri come oggi. O forse, meglio ancora, è quella capacità di meravigliarsi sempre di fronte al dispiegarsi della realtà, quel thaumazein che diede origine alla filosofia in Grecia. Tra immagini vecchie e nuove, formati di ripresa differenti (MiniDV e 4K) scorrono gli esercizi sulla sparizione (Riverberi di freddo), le capacità primitive del segno (Selva), una domanda sul passato e l’identità (Accostare), una rapsodia di linee di confine (“Nuovo” Ortogonali) e altro ancora, fino al cielo all’imbrunire che chiude l’ultimo frammento di Esperimenti (Raccolta 14). Nell’indugiare sulle punte degli alberi, tra interno ed esterno, possiamo cogliere cosa sia il cielo se accanto non abbiamo alcun riferimento terrestre? E allora, sia: perdersi con Ballo per scoprire di nuovo la ricchezza del nostro bistrattato mondo, fonte inesauribile di forme, elementi, colori, vita. (Lucrezia Ercolani)

CANTO DELLA TERRA di Mauro Santini

Una montagna e un confine da oltrepassare; un viaggio verso una terra ignota, forse in fuga da qualcosa. L’addio ad un mondo, la separazione da cose ed affetti, un canto di speranza.
«Canto della terra» è specchio di un periodo disseminato di perdite e separazioni, di incognite che si riflettono sugli elementi visivi e sonori.
SEZIONI
 >
2021 2020 2019 2018
FILM DI APERTURA FILM DI APERTURA CONCORSO CONCORSO PROSPETTIVE PROSPETTIVE
FUORI CONCORSO FUORI CONCORSO AMOS VOGEL AMOS VOGEL TEATRO SCONFINATO TEATRO SCONFINATO
EUROPA 2021 EUROPA 2021 FILMMAKER OVER FILMMAKER OVER FILM DI CHIUSURA FILM DI CHIUSURA