EN
FESTIVAL INTERNAZIONALE DI CINEMA DAL 1980
15 NOVEMBRE - 24 NOVEMBRE 2019
FILMMAKER MODERNS
 >
2019 2018 2017 2016

Mike Hoolboom - Father Auditions

 
CINEMA BELTRADE
ore 18.30
Canada, 2019
Super 8, 16mm, HD, colore e b/n, 70'
v.o. inglese
 
REGIA
Mike Hoolboom
 
FOTOGRAFIA
Sconosciuta
 
SUONO
Mike Hoolboom
 
MONTAGGIO
Mike Hoolboom
 
PRODUTTORE
Mike Hoolboom
 
CONTATTI
fringe@teksavvy.com
Mike Hoolboom - Father Auditions

“Compilation” di cinque lavori precedenti del regista - Leaving Church, Damaged, 27 Thoughts About My Dad, Rain, Buffalo Death MaskFather Auditions è un prisma che riflette immagini diverse e contemporaneamente, nell'assemblaggio dei distinti cortometraggi, contempla una sola figura - quella del padre - come mancanza, fantasma del passato, enigma a cui non è stato possibile trovare una risposta. È il “ritratto di un uomo invisibile” come nel racconto di Paul Auster, percorso a ritroso in un'esistenza indecifrabile a partire dal vuoto lasciato dalla morte. Un percorso simile a quello di 27 Thoughts About My Dad, in cui si incontrano brevi attimi impressi nella memoria, immagini dell'infanzia, non detti,  tasselli di “senso” di una vita segnata dall'esperienza della guerra e della persecuzione nazista. Accompagnati sullo schermo da una combinazione di filmati familiari e found footage, o di fotografie come in Damaged: collage di immagini d'epoca che compongono i tratti di una personalità “danneggiata” come recita il titolo, ulteriore prospettiva sulla dimensione familiare e i suoi lati oscuri.

Mike Hoolboom (Toronto, 1959) realizza fin da giovane cortometraggi in Super 8 e 16mm come Song for Mixed Choir (1980), The Big Show (1984) e Frank's Cock (1993), in cui un uomo ricorda il suo compagno morto di Aids, un tema che torna nella cinematografia di Hoolboom – tra gli altri in Panic Bodies (1998) - al quale nel 1989 viene diagnosticato l'HIV. Hoolboom è anche uno dei fondatori del Pleasure Dome screening collective e ha lavorato come direttore artistico dell'Images Festival e come coordinatore della sezione dedicata al cinema sperimentale del Canadian Filmmakers Distribution Centre. È stato insignito del Tom Berner Award e di due premi alla carriera, il primo assegnatogli dalla città di Toronto e l'altro dal Mediawave Festival in Ungheria. Al suo lavoro sono già state dedicate numerose retrospettive: a Visions du Réel, al Buenos Aires Festival International, al Musée des Beaux-Arts de Caen, al Sixpack Film. Imitations of Life (2003) viene presentato al Festival di Toronto e all'International Film Festival di Rotterdam, al quale partecipa anche Lacan Palestine (2012). Nel 2013 il suo Buffalo Death Mask viene selezionato a Filmmaker Festival, dove Hoolboom torna con Incident Reports (2016).
 
SEZIONI
 >
2019 2018 2017 2016
FILM D'APERTURA FILM D'APERTURA CONCORSO CONCORSO PROSPETTIVE PROSPETTIVE
ALAIN PAR CAVALIER ALAIN PAR CAVALIER WALKING CINEMA WALKING CINEMA FUORI CONCORSO FUORI CONCORSO
FILMMAKER MODERNS FILMMAKER MODERNS FUORI FORMATO FUORI FORMATO FILM DI CHIUSURA FILM DI CHIUSURA