EN
FESTIVAL INTERNAZIONALE DI CINEMA DAL 1980
15 NOVEMBRE - 24 NOVEMBRE 2019
PROSPETTIVE
 >
2019 2018 2017 2016

Domani chissà, forse

 
ARCOBALENO FILM CENTER sala 3
ore 19.30
alla presenza dell'autrice

 
Italia, 2019, 
HD, colore, 15' 49''
v.o. italiano
prima mondiale
 
REGIA
Chiara Rigione
 
SCENEGGIATURA
Chiara Rigione
 
FOTOGRAFIA
Emanuele Dainotti
 
MONTAGGIO
Chiara Rigione
 
PRODUZIONE
Fondazione AAMOD
 
CONTATTI
labuswork@gmail.com

 

Domani chissà, forse
Se nulla passasse non ci sarebbe un passato, e neppure un avvenire ma a chiederle: “Cosa è il tempo”, la voce di bimba risponde che non sa dirlo. All'origine del film di Chiara Rigione c'è un documentario di Ansano Giannarelli, Tv in paese (1961), ambientato a Vallepietra, località sul confine tra Lazio e Abruzzo, di cui la regista ripercorre i luoghi oggi al suono delle tv accese, in cui echeggiano ancora le stesse parole: “Domani chissà forse”, la frase che chiudeva il film di Giannarelli e che dà il titolo al suo. La memoria e il possibile specchio di passato e presente sono gli archivi, le immagini di un tempo e quelle attuali in cui scovare tra le affinità dei luoghi, dei gesti, dei giochi dei bambini, dei riti quotidiani un possibile futuro. Mentre quel tempo senza una sola definizione diviene storia di una realtà e ricerca cinematografica.
 
Chiara Rigione (Avellino, 1986) dopo la laurea in ingegneria energetica inizia ad occuparsi di cinema e produzione video principalmente come montatrice. È fondatrice dell’associazione culturale Kinetta che gestisce le attività all’interno del cineclub Labus di Benevento dal 2014. Ha preso parte come assistente alla regia e montatrice a diversi cortometraggi e documentari selezionati in festival internazionali come il Napoli Film Festival, il Laceno d’oro, il Bogotà International Film Festival. Nel 2018 il suo progetto di documentario con utilizzo di materiale d’archivio intitolato Domani chissà, forse è stato selezionato tra i dieci finalisti del Premio Zavattini Unarchive 2018/19 promosso da Fondazione AAMOD e Istituto Luce Cinecittà. Nel 2019 lo stesso progetto è risultato tra i tre vincitori del premio e quindi prodotto e realizzato.
 
 
SEZIONI
 >
2019 2018 2017 2016
FILM D'APERTURA FILM D'APERTURA CONCORSO CONCORSO PROSPETTIVE PROSPETTIVE
ALAIN PAR CAVALIER ALAIN PAR CAVALIER WALKING CINEMA WALKING CINEMA FUORI CONCORSO FUORI CONCORSO
FILMMAKER MODERNS FILMMAKER MODERNS FUORI FORMATO FUORI FORMATO FILM DI CHIUSURA FILM DI CHIUSURA