EN
FESTIVAL INTERNAZIONALE DI CINEMA DAL 1980
15 NOVEMBRE - 24 NOVEMBRE 2019
PROSPETTIVE
 >
2019 2018 2017 2016

SOLO

Italia, 2010

DVCam, colore , 20'

v.o. Francese

 

Regia

Gaia Giani

 

Montaggio

Ilaria Fraioli

 

Fotografia

Sabrina Varani

Teresa Punzi

 

Produzione

Takla

 

Contatti

gaia.giani@fastwebnet.it

gaiasuelo@me.com

SOLO

Françoise è una ballerina, Dominique Dupuy un coreografo. Lavorano e vivono insieme dagli anni ’50 e insieme hanno attraversato la storia della danza contemporanea alla costante ricerca di un movimento autentico: una danza lontana dalle costrizioni e dalle regole del balletto classico. Sebbene la vita in alcuni momenti li abbia allontanati, sono ancora insieme, fortemente uniti nel loro progetto, stabilire un’alchimia sottile tra questa disciplina e le altre praticate artistiche che mettono al centro del proprio discorso il lavoro sul corpo, come il teatro, il mimo, l'acrobazia, le arti marziali. Gaia Giani li ha seguiti per due settimane di prove, durante l'allestimento di uno spettacolo per il Théatre de Chaillot di Parigi. Filmandoli, filma l'incontro che c'è stato con loro, il moto di corrispondenze venutosi a stabilire, il rapporto che si è creato, complicato dalle contingenze della vita e che si riflette poi sulla forma definitiva del film. Inseguendo un’idea di cinema in cui le immagini si incontrano e si allontanano, si sovraimprimono, fondendosi, quasi a non volersi lasciare andare, come nella danza.

 

NOTE BIOGRAFICHE

 

Gaia Giani (Milano, 1971) dopo la laurea in filosofia estetica sul Tanz-Theater di Pina Bausch, si trasferisce a Londra dove lavora come ricercatrice e filmmaker presso una società di produzione di documentari. Rientra in Italia nel 2001 e inizia a collaborare come aiuto-regista e producer. Nel 2009 inaugura la prima mostra personale, che dà inizio alla ricerca e all'attività personale come artista.

 

Nel giugno 2009 realizza il progetto fotografico e videoinstallativo Cesura, esposta a Micamera in collaborazione con Filmmaker. Del 2010 è la mostra Il cinema indipendente italiano, ritratti di registi indipendenti italiani a cura di Luca Mosso in collaborazione con Filmmaker. Nel 2011 Una danza all’opera, intervista a Dominique Dupuy e Françoise Dupuy viene pubblicato insieme al libro Danzare Oltre, curato da Eugenia Casini-Ropa e Cristina Negro. Nel 2015 Un/limited Love partecipa alla rassegna di video arte collettiva Liaisons a cura di Cristina Gilda Artese e Alessandro Trabucco. Lo stesso anno partecipa alla mostra collettiva fotografica a cura di Gianni Romano, The future of Italy presso Mudec, con l’opera fotografica Nel niente del venerdì.

 

SEZIONI
 >
2019 2018 2017 2016
CONCORSO CONCORSO PROSPETTIVE PROSPETTIVE CINEMA DEL FUTURO CINEMA DEL FUTURO
PASSATO/PRESENTE PASSATO/PRESENTE FUORI FORMATO FUORI FORMATO DANIELE INCALCATERRA DANIELE INCALCATERRA
LE MILLE E UNA NOTTE DEL CINEMA LE MILLE E UNA NOTTE DEL CINEMA LA VOCE UMANA LA VOCE UMANA FUORI CONCORSO FUORI CONCORSO