EN
FESTIVAL INTERNAZIONALE DI CINEMA DAL 1980
15 NOVEMBRE - 24 NOVEMBRE 2019
CONCORSO
 >
2019 2018 2017 2016

The Sky Trembles and the Earth is Afraid and The Two Eyes Are Not Brothers

UK, 2015

S16, colore, 98’

v.o. arabo, spagnolo, francese

 

Regia, sceneggiatura, fotografia

Ben Rivers

 

Cast

Oliver Laxe

 

Suono

Philippe Ciompi

 

Montaggio

Ben Rivers, Benjamin Mirguet

 

Produttore

Jacqui Davies

 

Produzione

Artangel

 

Contatti

jacqui@jacquidavies.com

 

The Sky Trembles and the Earth is Afraid and The Two Eyes Are Not Brothers

Epico e labirintico, l’ultimo film del regista e artista inglese protagonista della retrospettiva curata da Filmmaker, con il Milano Film festival, nel 2012, si colloca in quella terra di confine tra il documentario, il fantasy e la favola. Girato tra i sentieri accidentati del massiccio dell'Atlante e i grandi spazi del Sahara marocchino, deserto disseminato di ricordi e oggetti legati a produzioni cinematografiche del passato, il film che prende il titolo da una frase udita da Paul Bowles in un caffè marocchino oltre cinquant’anni fa, intreccia un duplice piano narrativo. Da una parte la vicenda di un giovane regista francese “reale”, Oliver Laxe, intento a girare il suo Las Mimosas in Marocco; dall'altra il racconto di Paul Bowles, A Distant Episode, storia di un linguista che viaggia in quegli stessi luoghi, ma negli anni Quaranta, rapito, storpiato (gli viene mozzata la lingua) e rivenduto come “buffone di corte”. Ben Rivers filma Laxe che diviene il personaggio di Bowles. Il suo sguardo scruta onirico un orizzonte oltre il set come se lui stesso volesse fuggire da quella realtà e dalle sue convenzioni. Nel pedinamento dell'enigmatico Oliver Laxe, che abbandona il proprio set per immergersi in un allucinatorio, pericoloso viaggio,  Rivers  dichiara l'ambiguità delle sue immagini, la stessa che cogliamo nella lunga inquadratura finale, dove il Re di lattine scompare all'orizzonte.

 

BEN RIVERS

Artista e filmmaker tra i più affermati a livello internazionale, Ben Rivers spazia dall'esplorazione di territori naturali sconosciuti a ritratti candidi e intimi di soggetti in qualche modo distaccati dalla realtà, attraverso una narrazione obliqua fortemente ancorata alla grezza materialità del mezzo filmico. Il suo primo lungometraggio Two Years at Sea (2011) vince il premio della Critica Fipresci International alla 68a Mostra del Cinema di Venezia e il Baloise Art Prize ad Art Basel. Il successivo A Spell to Ward Off the Darkness (2013), realizzato in collaborazione con Ben Russell, è stato premiato al Festival di Locarno.

 

SEZIONI
 >
2019 2018 2017 2016
CONCORSO CONCORSO PROSPETTIVE PROSPETTIVE CINEMA DEL FUTURO CINEMA DEL FUTURO
PASSATO/PRESENTE PASSATO/PRESENTE FUORI FORMATO FUORI FORMATO DANIELE INCALCATERRA DANIELE INCALCATERRA
LE MILLE E UNA NOTTE DEL CINEMA LE MILLE E UNA NOTTE DEL CINEMA LA VOCE UMANA LA VOCE UMANA FUORI CONCORSO FUORI CONCORSO