Cookie Consent by Privacy Policies Generator website FilmMakerFest - LE GRAND REVE di Irene Dorigotti
FESTIVAL INTERNAZIONALE DI CINEMA DAL 1980
18 NOVEMBRE - 28 NOVEMBRE 2022
EN
PROSPETTIVE
 >
2022 2021 2020 2019
LE GRAND REVE di Irene Dorigotti
 
ARCOBALENO FILM CENTER sala 2
ore 17.00
alla presenza dell'autrice



prima mondiale

Italia, 2022
Super8, HD, colore, 9’ 
V.O. Italiano 

REGIA 
Irene Dorigotti
 
SOGGETTO
Irene Dorigotti

FOTOGRAFIA
Irene Dorigotti

MONTAGGIO
Irene Dorigotti

MUSICA
Bartolomeo Sailer

VOCE NARRANTE
Beatrice Forchini

PRODUZIONE
Start

CONTATTI
produzione@start.mi.it
 
LE GRAND REVE di Irene Dorigotti
Un bosco, i passi di tre ragazzi che lo attraversano senza mai entrare nell'inquadratura. I loro nomi risuonano nella voce narrante, quella di Irene, la regista. Li seguiamo, ne immaginiamo i gesti, il loro essere insieme, i sorrisi; sembra quasi di vedere come si muovono, come sono vestiti. L'immagine è una trama di rami, luce, suoni, l'eco di qualche animale, il respiro della natura:, un ritmo che è un flusso continuo come quel loro camminare. I colori mutano, il paesaggio si trasforma, il bosco sfuma in una foresta tropicale pervasa da qualcosa di misterioso. Appare un pappagallo, una musica arriva dagli alberi, c'è una strana inquietudine. «E se i funghi fossero più intelligenti degli uomini?» si chiede la voce.
Bea, Enrico, Irene: dove sono? Che luogo è quello di cui cogliamo scorci di cielo tra le foglie sempre più fitte, e frammenti di storie dove il tempo si sospende, si arresta, si dilata, scorre tra infinte sovrimpressioni. Mentre l'estate diventa inverno, il sole, i fiocchi di neve che spariscono di nuovo. Nell'incedere sempre più labirintico appare all’improvviso il mare, i tre ragazzi si abbandonano al flusso dell'acqua, al suo calmo essere. È reale? O siamo invece in un paesaggio che è solo sognato? Su questo bordo si avventura Irene Dorigotti  con le sue immagini, seguendo il proprio personalissimo “diario dei sogni” alla ricerca di corrispondenze inattese, di emozioni inafferrabili, dei contorni di un mondo che nella materia del cinema si fa continua invenzione. (Cristina Piccino)
 
Irene Dorigotti (Trento, 1988) è un'antropologa visiva, laureata in Antropologia Culturale ed Etnologia presso l’Universita` di Bologna e laureata presso il Dipartimento di Scienze Politiche e Societa` della Cultura dell’Universita` di Torino. Si occupa di cinema e scrittura di racconti. Le sue aree di ricerca includono la percezione sensoriale, il tempo, la spiritualita`, l'antropologia urbana, gli immaginari e i metodi sperimentali, l'estetica radicale e la pratica etnografica. Tra i suoi lavori precedenti: Apnea (2019); Herz-Jesu-Feuer (2020). Ora sono diventata foresta (2021) è stato presentato a Filmmaker nel concorso Prospettive.
 
SEZIONI
 >
2022 2021 2020 2019