EN
FESTIVAL INTERNAZIONALE DI CINEMA DAL 1980
27 NOVEMBRE - 6 DICEMBRE 2020
FILMMAKER MODERNS
 >
2020 2019 2018 2017

APOCASTASI

prima mondiale
 
Italia, 2020
colore e b/n, Vari formati, 50'
v.o. Italiano
 
REGIA:
Daniele Maggioni
 
SCENEGGIATURA:
Daniele Maggioni
Maria Grazia Perria
 
FOTOGRAFIA:
Daniele Maggioni
 
MONTAGGIO:
Daniele Maggioni
 
PRODUTTORE:
Daniele Maggioni
 
PRODUZIONE:
Terra de Punt
 
CONTATTI:
daniele.maggioni@gmail.com

 

APOCASTASI
L'apocastasi è la restaurazione, il perdono finale e indistinto che viene concesso a tutti i peccatori. 
Daniele Maggioni ha ripreso in mano sette anni di girato, e altri materiali del suo archivio, realizzati con il cellulare principalmente in Sardegna, dove adesso  risiede, e piano piano ha creato una storia che viene  letta da una voce off. Le immagini di luoghi e di diverse situazioni, pur mantenendo una loro autonomia visiva, sono in relazione con il racconto di un amore: una ragazza che divide il suo tempo, le sue energie e le sue parole tra due uomini, grandi amici fra di loro. Ma la vita la costringe a decidere, e questa scelta significa anche trasferirsi in Sardegna. L'amicizia tra i due uomini intanto si dissolve, alla ragazza, ormai diventata donna, rimangono un uomo solo e una figlia.
Apocastasi è una storia di speranze che svaniscono, del conflitto tra quello che si è diventati e ciò che si voleva essere.  Parla di complicità che si perdono e si ritrovano, di cosa essere vuol dire essere padre e della voglia di abbandonare tutto. Del perdersi, del ritrovarsi, del perdonarsi - che non è sempre facile. E di quanto è inutile  provare a immaginare il proprio futuro, perché “è più facile prevedere la fine del mondo che la fine del capitalismo”.
 
Daniele Maggioni (Milano, 1949) è produttore, regista, sceneggiatore e formatore, lavora da oltre quarant'anni nel cinema soprattutto indipendente e di ricerca.
Ha scritto e diretto con Silvano Cavatorta Revolt (1974), Splendid Milano (1975), Danuta (1976).
Nel 2011 ha girato Tutto bene, una storia narrata secondo i diversi punti di vista dei componenti di una famiglia. Nel mondo grande e terribile (2017) co-diretto insieme a Maria Grazia Perria e Laura Perini, ripercorre la vita e il pensiero di Antonio Gramsci, mentre il successivo Piove deserto (2019), con la co-regia di Maria Grazia Perria, intreccia i destini di un gruppo di ragazzi in un afoso fine settimana estivo. 
Sceneggiatore di Come l'ombra (2007) e Il mio domani (2011) di Marina Spada, ha prodotto, tra gli altri, Pane e tulipani di Silvio Soldini (2000); Il mnemonista di Paolo Rosa (2000); Forza Cani di Marina Spada (2002); Miriam-Il diario di Monica Castiglioni (2015).
 
SEZIONI
 >
2020 2019 2018 2017
FILM DI APERTURA FILM DI APERTURA CONCORSO INTERNAZIONALE CONCORSO INTERNAZIONALE PROSPETTIVE PROSPETTIVE
FUORI CONCORSO FUORI CONCORSO CORRISPONDENZE CORRISPONDENZE TEATRO SCONFINATO TEATRO SCONFINATO
FUORI FORMATO FUORI FORMATO FILMMAKER MODERNS FILMMAKER MODERNS PROSPETTIVE FUORI CONCORSO PROSPETTIVE FUORI CONCORSO