EN
FESTIVAL INTERNAZIONALE DI CINEMA DAL 1980
16 NOVEMBRE - 24 NOVEMBRE 2018
FUORI CONCORSO
 >
2018 2017 2016 2015

Une jeune fille de 90 ans

 

 

Martedì 29 novembre

SPAZIO OBERDAN

19.00 - FUORI CONCORSO

 

Francia, 2016

DCP, colore, 85'

V.O. Francese

 

REGIA

Valeria Bruni Tedeschi

Yann Coridian

 

FOTOGRAFIA

Hélène Louvart

 

SUONO

François Waledisch

 

MONTAGGIO

Anne Weil

 

PRODUTTORE

Marie Balducchi

 

PRODUZIONE

Agat films & Cie - Ex nihilo, ARTE France Cinéma

 

CONTATTI

courrier@agatfilms.com

Une jeune fille de 90 ans

«Quando balliamo insieme è un sogno, sarebbe bello vivere sempre così». A dirlo è Blanche Moreau, una donna di 92 anni che si è innamorata di Thierry Thieû Niang, coreografo di fama internazionale che conduce un laboratorio di danza con pazienti malati di Alzheimer presso il reparto geriatrico dell’ospedale Charles Foix d’Ivry. Il ballerino è convinto del potere dell'arte, della sua intrinseca capacità terapeutica. E lo stesso pensano i due registi del documentario, Valeria Bruni Tedeschi e Yann Coridian, capaci di avvicinarsi con pudore a una stagione della vita generalmente pensata e raccontata come un cupo tramonto e che loro invece riescono a ritrarre con tenerezza, cogliendone, pur senza nascondere nulla (la malattia, la solitudine), gli slanci vitalistici, fanciulleschi, come dichiara, del resto, già il titolo di questo progetto. Un film che nasce come lavoro su commissione, ideato per essere un cortometraggio, e che gli sviluppi imprevisti - l'innamoramento di Blanche - hanno inevitabilmente dilatato alla sua forma attuale.

 

Valeria Bruni Tedeschi (Torino, 1964) frequenta l'Ecole des Amandiers a Nanterre. Inizia a recitare col regista Claude Confortès: il debutto al cinema è sotto la sua direzione nel 1986 con Paulette, la pauvre petite milliardaire. È più facile per un cammello... (Il est plus facile pour un chameau...) del 2003 è il suo esordio alla regia, con cui vince il Premio Louis-Delluc come migliore opera prima. Nel 2007 realizza Actrices, presentato al Festival di Cannes dove ottiene il Premio Speciale della Giuria nella sezione Un Certain Regard. Ritorna a Cannes nel 2013, in Concorso, con Un castello in Italia (Un château en Italie).

 

Yann Coridian, cineasta e scrittore, è autore di romanzi per ragazzi pubblicati da l’École des loisirs. Del 2007 è il cortometraggio Le baiser. Il suo primo lungometraggio, Ouf, esce in sala nel 2013. È autore di drammi e serie per France Culture e sta lavorando all'adattamento di un romanzo per ragazzi in una serie televisiva.

SEZIONI
 >
2018 2017 2016 2015
CONCORSO CONCORSO PROSPETTIVE - CONCORSO PROSPETTIVE - CONCORSO FILMMAKER MODERNS FILMMAKER MODERNS
NATURA SELVAGGIA NATURA SELVAGGIA HELLO HAPPINESS HELLO HAPPINESS FUORI FORMATO FUORI FORMATO
FILM D'APERTURA FILM D'APERTURA FILM DI CHIUSURA FILM DI CHIUSURA ULRICH SEIDL ULRICH SEIDL
FUORI CONCORSO FUORI CONCORSO PROSPETTIVE - FUORI CONCORSO PROSPETTIVE - FUORI CONCORSO FILMMAKER OFF FILMMAKER OFF