Cookie Consent by Privacy Policies Generator website FilmMakerFest - SETTEMBRE, TEMPO DI PREMI, CONCLUSIONI E INIZI: MID by MFN e SIC@SIC
EN
FESTIVAL INTERNAZIONALE DI CINEMA DAL 1980
18 NOVEMBRE - 27 NOVEMBRE 2022
Ricerca News
 >

SETTEMBRE, TEMPO DI PREMI, CONCLUSIONI E INIZI: MID by MFN e SIC@SIC

 

 

IN PROGRESS MFN 2022 E I MILANO INDUSTRY DAYS - MID By MFN #1

Si conclude a Venezia la settima edizione del workshop

 

Partiamo con una fine: è giunta al termine al Lido di Venezia, il 5 e 6 settembre, la settima edizione di In Progress MFN, il laboratorio di sviluppo di progetti audiovisivi con un focus rivolto ad autori e autrici italiani o residenti in Italia. Durante i Milano Industry Days, in collaborazione con Giornate degli Autori, Isola Edipo e Filmmaker Festival, i 14 autori selezionati per questa edizione hanno concluso il loro percorso formativo iniziato a marzo al fianco dei 3 mentor Leonardo Di Costanzo, Michelangelo Frammartino e Carlo Hintermann e dei 5 tutor - Alice Arecco, Gaia Formenti, Raffaella Milazzo, Luca Mosso, Giulio Sangiorgio.

Nel corso dei mesi ciascun regista ha avuto modo di elaborare la propria idea di film in un contesto che pone al centro la fase di sviluppo, spesso sottostimata nel sistema produttivo italiano, e che invece riveste un ruolo importante nel gettare le basi per il futuro creativo, organizzativo e finanziario di un film.

Settembre tempo anche di premi, dicevamo, ed ecco quindi quelli conferiti in questa occasione, assegnati dalla giuria composta dai tre mentor insieme a Vanja Kaludjercic, Direttrice Artistica del Festival di Rotterdam, al produttore Giovanni Pompili, a Luciano Rigolini, già produttore responsabile documentario di creazione a ARTE France, e alla produttrice Nadia Trevisan. 

Rosa Maietta - La casa delle storie e Federico Barni - Enclave ricevono le borse di sviluppo offerte dal Milano Film Network, rispettivamente di 5000 € e 4000 €. Andrea Benjamin Manenti vince con I Have to Fuck Before the World Ends una consulenza legale dell’Avv. Sabrina Peron per la stesura di un contratto di cessione diritti d’autore, mentre Davide Crudetti e Paola Di Mitri – Il grande buco- ottengono il premio Meditalents’ Writing Residency Award per una residenza di scrittura.

Jacopo Miliani e al suo Nightglasses è andato invece il premio Movie People-Filmmaker promosso dalla nostra Associazione insieme a Movie People. La giuria composta da Luca Bigazzi, Carlotta Cristiani e Minnie Ferrara ha voluto premiare questo titolo per la consapevolezza tecnica ed espressiva dimostrata nella progettazione del film.

 

SIC@SIC 2022 – DALLA SELEZIONE AI VINCITORI 

I nomi cari a Filmmaker alla Settimana Internazionale della Critica di Venezia 

 

Restiamo a Venezia e continuiamo a parlare di In Progress, perché quattro sono gli autori passati per le sue aule e ben due di loro quest’anno hanno vinto nella categoria Short Italian Cinema della Settimana Internazionale della Critica. 

Maria Guidone – In Progress nel 2017 – è andato il Premio alla Miglior Regia. Guidone con Albertine Where Are you? cala uno dei personaggi più noti della “Recherche de temps perdu”, Albertine, in una storia d’amore contemporanea che mantiene il mistero e la vaghezza del personaggio di Proust, una ragazza con un passato e destino sfumati che per molti rappresentava l’alter ego di uno dei grandi amore dell’autore, Alfred Agostinelli.

Dall’edizione 2021 del workshop arriva invece Lorenzo Fabbro che ha vinto il premio Miglior Cortometraggio per Puiet, firmato con Bronte Stahl. Il loro è un corto che parla di riti di passaggio, crescita e rapporto con la comunità di appartenenza. Che quando ci rifiuta ci apre a nuovi orizzonti: in questo caso spingendo il giovane protagonista a cercare un contatto non più con l’Uomo ma con la Natura.

Sempre all’interno della selezione, altre due autrici di In Progress MFN: Chiara Caterina ha presentato il suo nuovo cortometraggio, La stanza lucida, dopo essere stata per due anni nella sezione di Filmmaker Festival “Teatro Sconfinato” con i precedenti Sei ancora tu e La città del teatro. Mentre Margherita Panizon, che avevamo conosciuto a In Progress nel 2018, era presente in selezione con Come le lumache, un cortometraggio che ci cala come Puiet in una natura nel quale si muovono personaggi che - lontani dal contesto umano di riferimento, vuoi per scelta vuoi per obbligo - ritrovano una propria dimensione e identità. 

Una settimana, quella di SIC@SIC, in cui già l’evento speciale d’apertura era legato a doppio filo con il Milano Film Network: Gianluca Matarrese, vincitore della scorsa edizione di L’Atelier, ha inaugurato le proiezioni con Pinned into a Dress, corto firmato a quattro mani con Guillaume Thomas e che porta lo spettatore a conoscere la vita di Kurtis e Miss Fame, alter ego del protagonista e fra le drag queen più iconiche della scena mondiale.