EN
FESTIVAL INTERNAZIONALE DI CINEMA DAL 1980
16 NOVEMBRE - 24 NOVEMBRE 2018

Dolphin Girls: Exit Strategy

Italia, 2012

HDV, colore, 15 min.

 

Regia

Giada Totaro

Sceneggiatura

Compagnia Delfine

Fotografia

Giulia Trapanotti

Montaggio

Claudia Casati, Giulia Trapanotti

Sound Design

Silvia Rollo

Backstage

Fiammetta Genovesi

Produzione

Comunità terapeutica per adolescenti "I Delfini", A.O. Ospedale Niguarda 

Ca' Granda

Contatti

Filmmaker

Via Aosta 2/a

20155 Milano

Tel: +39.023313411

segreteria@filmmakerfest.org

giada.tot@gmail.com

 
Dolphin Girls: Exit Strategy

Le Dolphin Girls sono adolescenti di età compresa tra 13 e 17 anni, che presentano un disagio pscologico più o meno severo, accolte dalla comunità terapeutica “I Delfini”, situata nell'ex Ospedale Psichiatrico Paolo Pini ad Affori (MI). Le Dolphin Girls fanno parte della Compagnia Delfine, fondata nel 2008 da Giada Totaro, in memoria di Sarah Kane, scrittrice e drammaturga britannica (1971-1999), con lo scopo di condurre un'edizione annuale del “Laboratorio d'arte sociale multimediale”, una pratica di appropriazione di differenti linguaggi artistici, tradizionali e multimediali. Dolphin Girls: exit strategy è un docu drama che svela il processo di produzione partecipata di uno spot di comunicazione sociale, ispirato alla tematica di Filmmaker 2012: Passion, la passione come desiderio. Le passioni delle Dolphin Girls a volte possono diventare oscure e pericolose. Un'adolescente, immersa in un parco, trova e ricompone le tessere di un puzzle che rappresenta i frammenti del suo corpo. Ogni volta che la ragazza entra in contatto con una parte di se stessa, questa le fa rivivere ricordi, sogni e desideri. L'exit strategy è l'invito a condividerli per viverli positivamente. Tutte le Ragazze Delfine hanno un solo bisogno comune, che non è quello di mettere in scena la sofferenza o la violenza, ma parlare dell’amore. E soprattutto dell’amore dell’altro.

 

Dichiarazioni di regia

Dolphin Girls: Exit Strategy è realizzato da ragazze minorenni in terapia, le cui identità devono essere protette. Il consueto ruolo attore-regista è ribaltato. I coordinatori sono gli attori e le Delfine sono le registe. L’estetica del Laboratorio d’arte sociale multimediale privilegia la relazione piuttosto che la forma. Il puzzle è stato utilizzato non solo in chiave narrativa per collegare i diversi contributi sulle passioni e i desideri delle ragazze, in un personaggio unico e collettivo. Il gioco del puzzle è il motore della regia del progetto: stimola e invita la condivisione intorno a tematiche difficili da esprimere con le semplici parole e genera sentimenti di affettività e solidarietà, sia nel gruppo che nello spettatore.

 

Note biografiche

Giada Totaro (Lecce, 1982) è artista e progettista sociale multimediale, promotrice di svariati progetti dedicati alle arti sociali e multimediali. Ha partecipato a mostre e festival, in Italia e all’estero, sia con produzioni proprie sia curando gruppi di giovani artisti, in collaborazione con istituzioni, accademie e realtà creative italiane (D.a.m.s. Roma Tre, Naba, Brera, Ied, Mapp-Arca, Unisalento, Officine Cantelmo). Dal 2008 è autrice e coordinatrice del Laboratorio d’arte sociale multimediale presso la comunità terapeutica I Delfini, dell’A.O. Ospedale Niguarda Ca’ Granda di Milano, per il quale collabora dal 2011 con Claudia Casati, responsabile tecnico multimediale e web master del sito dedicato alla memoria del progetto: www.delfine.it.

DOLPHIN GIRLS: EXIT STRATEGY from giada totaro on Vimeo.