EN
FESTIVAL INTERNAZIONALE DI CINEMA DAL 1980
16 NOVEMBRE - 24 NOVEMBRE 2018
CONCORSO
 >
2018 2017 2016 2015

Pierino

giovedì 22 novembre

SPAZIO OBERDAN
21.15
alla presenza dell'autore
 
Italia, 2018
VHS, colore, 70'
v.o. Italiano
 
REGIA:
Luca Ferri
 
SCENEGGIATURA:
Luca Ferri, Stefano P. Testa
 
FOTOGRAFIA:
Luca Ferri, Samantha Angeloni
 
SUONO:
Luca Severino
 
MONTAGGIO:
Stefano P. Testa
 
PRODUTTORE:
Andrea Zanoli, Luca Ferri
 
PRODUZIONE:
Lab 80 Films 
 
CONTATTI:
lvcaferri@hotmail.it 
produzione@lab80.it
 
Prima italiana
Pierino
Fare colazione, comprare il giornale, se è il giorno giusto della settimana fare la spesa, andare dal barbiere o al cimitero a trovare i genitori. Le giornate di Pierino Aceti, il pensionato protagonista del film di Luca Ferri a lui intitolato, sono regolate con precisione dal ripetersi dei riti quotidianiche Pierino stesso chiama “il solito tran tran”. Entriamo nella sua casa, a Bergamo, nel mese di gennaio e ci restiamo idealmente per un anno - i mesi sono scanditi dal calendario sopra la poltrona di Pierino e dalla lettura del suo oroscopo. E il documentario, girato in VHS con una vecchia macchina da presa, segue la stessa meticolosa organizzazione della vita di Pierino: puntualmente ogni settimana Ferri si presenta a casa del pensionato che gli fa un resoconto di ciò che ha fatto dall'ultima volta che si sono visti. Pierino è anche e soprattutto un cinefilo, un “malato di cinema” dice lui: avventore assiduo delle proiezioni di Lab 80 (che produce il film), sconvolge i suoi ritmi quotidiani solo per il Bergamo Film Meeting – e su dei quaderni cataloga i film che ha visto dal 1973. Fra i frammenti della sua vita “tranquilla” si nasconde un senso molto più grande del loro sommarsi ordinato. 
 
Luca Ferri (Bergamo, 1976) è un autodidatta, e si occupa di scrittura, fotografia e cinema: esordisce nel 2005 con i mediometraggi Movere Educere Billiardo e Anna vs Oliva. Insieme a Samantha Angeloni realizza il documentario Magog [o epifania del barbagianni] (2011), selezionato dalla Mostra del Nuovo Cinema di Pesaro. Nel 2012 gira Ecce Ubu e Kaputt, e l'anno successivo, insieme a Claudio Casazza, Habitat [Piavoli] selezionato al Torino Film Festival. Nel 2014  Caro nonno vince il premio della giuria alla settima edizione del festival Cinema Zero a Trento. Il suo primo lungometraggio di finzione, Abacuc (2014), viene presentato al 29° Festival de Mar del Plata in Argentina e successivamente al 32° Torino Film Festival. Partecipa a Filmmaker Festival nel 2015 con Cane caro, l'anno dopo con Colombi (dopo il debutto nella sezione Orizzonti del Festival di Venezia), e nel 2017 con Ab ovo. Nel 2018 con Dulcinea partecipa al Festival di Locarno.
 
SEZIONI
 >
2018 2017 2016 2015
FILM D'APERTURA FILM D'APERTURA CONCORSO CONCORSO PROSPETTIVE PROSPETTIVE
CARTA BIANCA A LUCA GUADAGNINO CARTA BIANCA A LUCA GUADAGNINO FUORI FORMATO FUORI FORMATO FUORI CONCORSO FUORI CONCORSO
FILMMAKER MODERNS FILMMAKER MODERNS FILM DI CHIUSURA FILM DI CHIUSURA FILMMAKER OFF FILMMAKER OFF